Disturbi del Sonno

La sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) costituisce una grave problematica per la salute, provocando una desaturazione dell’ossigeno nel sangue in grado di avviare una cascata di eventi che causano problemi alla salute.

La comunità scientifica ha da tempo riconosciuto l’importanza dell’ortodontista, così come di altre figure mediche (otorinolaringoiatra e neurologo), che possono intercettare e curare questa sindrome. In particolare si riconosce come l’applicazione da parte dell’ortodontista di dispositivi intraorali possa intervenire terapeuticamente nelle forme lievi e moderate dell’OSAS.  Individuata la sindrome attraverso un iter di visite specialistiche di un team medico (neurologo  - otorino - ortodontista) si procede per individuare la soluzione migliore per il paziente.

 

Ci sono numerosi rimedi per le apnee notturne come i respiratori a pressione positiva e continua (CPAP), alcuni farmaci, la neurostimolazione o l’intervento chirurgico ma ciò che vi propone lo studio  del dottor Costa è un apparecchio ortodontico. Questo apparecchio, consigliato anche dall’Associazione Americana per i Disturbi del Sonno, permette ai pazienti di evitare l’intervento chirurgico e anche l’uso dei respiratori.

Questo dispositivo intraorale, da utilizzare solamente durante la notte, agisce riposizionando la mandibola, responsabile spesso del restringimento del passaggio dell’aria nella faringe in tutti quei pazienti che soffrono di un eccessivo rilassamento dei muscoli durante il sonno.

Molto  ben tollerato dai pazienti e molto efficace, può essere la soluzione ideale.

Un buon sonno contribuisce a donare un aspetto sano e, favorendo una migliore ossigenazione, a mantenere la pelle più giovane.

Nel caso in cui si sospetti di soffrire di questo problema è bene parlarne con uno specialista. Lo studio del dottor Costa, grazie alle collaborazioni con medici esperti della patologia, è l'interlocutore di riferimento per affrontare e risolvere il problema.

 

L’elevato impatto  che le OSAS hanno sui cittadini ed in particolare sul rischio di incidenti stradali causati, proprio, da colpi di sonno su soggetti a rischio ha indotto il nostro Paese, su indicazione dell’UE, a emanare una norma che vieta il rinnovo della patente ai soggetti a rischio.

Scopri se sei a rischio OSAS

 

Se rispondi con Sì alla maggioranza delle domande vieni a parlarne con noi.

 

  • Russi forte?

  • Ti senti spesso stanco?

  • Qualcuno ha notato arresti del tuo respiro di notte?

  • Hai la pressione alta?

  • La tua circonferenza collo è superiore a 40 cm?

  • Sei maschio?